Droga, racket e mafia: operazione della polizia stronca gruppo criminale

Gli arresti hanno permesso di decapitare le attività mafiose portate avanti nell'hinterland etneo

La polizia ha eseguito diversi arresti stroncando un gruppo criminale accusato di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio e di più episodi di estorsione, con l’aggravante di aver commesso il fatto sia con il metodo mafioso che al fine di favorire l'associazione medesima.

Video | La chiamata con l'estorsione


Le indagini - coordinate dalla procura DDA - hanno consentito di documentare come la consorteria mafiosa operante nell’hinterland del capoluogo etneo, avesse nel tempo conquistato il controllo delle attività illecite come il traffico di stupefacenti e l’imposizione del pizzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In aggiornamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Coronavirus, in Sicilia 7 nuovi contagi: 6 sono nel catanese

  • Incidente autonomo sull'asse dei servizi, un ferito grave

  • Allerta meteo arancione su Catania per possibili temporali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento