Droga: stroncato traffico nelle Marche, arresti anche nel catanese

Dalle 5 di oggi, 50 militari con l'ausilio di diverse unità cinofile, stanno operando nelle province di Ancona, Napoli, Catania, Macerata per un presunto giro di cocaina e hashish in Vallesina

Dalle 5 di oggi, 50 militari con l'ausilio di diverse unità cinofile, stanno operando nelle province di Ancona, Napoli, Catania, Macerata dando esecuzione a quattro provvedimenti restrittivi emessi dal Gip di Ancona, su richiesta della locale procura, a carico di persone accusate di detenzione e spaccio di cocaina ed hascish. Sono in corso anche perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di altri indagati, responsabili a vario titolo dello stesso reato.

Dall'indagine è emerso che la droga, che arrivava nelle Marche con cadenza settimanale, veniva acquistata da personaggi di notevole spessore criminale dell'area campana. Lo stupefacente veniva immesso nella provincia di ancona, principalmente nell'area della Vallesina, attraverso una rete di spacciatori provenienti per lo più dal sud Italia e trapiantati da tempo nelle Marche. I dettagli dell'operazione verranno resi noti alle 11 in una conferenza stampa, presso il comando provinciale carabinieri di Ancona

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento