E' morto Giuseppe Marletta, in coma per 7 anni dopo un intervento chirurgico

L'architetto catanese era in stato vegetativo dal 2010 quando all'ospedale Garibaldi-Nesima era stato sottoposto ad anestesia generale per rimuovere dei punti di sutura metallici alla mascella

E' morto dopo sette anni di coma l'architetto Giuseppe Marletta. Il primo giugno del 2010 l'uomo era stato operato all'ospedale Garibaldi-Nesima, per rimuovere, in anestesia generale, i punti metallici che gli erano stati applicati alla mascella dopo un intervento per rimuovere un frammento di radice di un dente. Dopo anni di agonia e di battaglia condotta dalla moglie Irene sul caso era stata aperta un'inchiesta e il 23 aprile del 2014 erano stati condannati per gravissime lesioni, a sei mesi ciascuno pena sospesa, l'anestesista Silvio Budello e l'infermiere Carlo Terrano. La sentenza era stata confermata in appello il 12 novembre del 2015 e l'anno dopo la Cassazione ha condannato in via definitiva l'infermiere e annullato con rinvio, la sentenza per il medico anestesista.

A dare la notizia della morte dell'architetto è stata la cognata, l'avvocato Desiree Sampognaro che sulla sua bacheca Facebook ha scritto:"Purtroppo stamattina mio cognato Giuseppe se n'è andato dopo quasi 7 anni di agonia - ha scritto - e per quanto si possa avere la certezza che quantomeno adesso si trovi in un mondo migliore, privo di sofferenza, è comunque molto doloroso".I funerali saranno celebrati  venerdì 31 marzo nel pomeriggio, nel santuario della Madonna della Sciara di Mompilieri, a Mascalucia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento