E' scontro fra i sindacati di polizia, Siap: "Non accettiamo critiche sul nostro operato"

E' stato verificato che la crisi economica e le scarse risorse di personale e mezzi hanno reso difficile l'operato delle forze dell'ordine. Le statistiche parlano chiaro e la percezione di sicurezza anche se a macchia di leopardo è ben disposta da parte dei cittadini"

E' scontro fra i sindacati di polizia. Il segretario provinciale del sindacato italiano autonomi polizia ( Siap), Tommaso Vendemmia risponde all'Adp e al suo segretario Marcello Rodano. "Non accettiamo critiche sull’operato dei poliziotti catanesi. E’ stato verificato che la crisi economica e le scarse risorse di personale e mezzi hanno reso difficile l’operato delle forze dell’ordine. Le statistiche parlano chiaro e la percezione di sicurezza anche se a macchia di leopardo è ben disposta da parte dei cittadini- si legge nella nota del Siap -  Certo c’è molto lavoro da fare,  ed è pacifico che avendo uomini e risorse molto più si potrebbe ottenere, ma la polizia si distingue proprio in questo quando da risposte eccezionali  con scarse risorse,  e Catania ne è esempio".

"La Polizia di Stato a Catania quest’anno ha affrontato  decine di problemi legati alla sicurezza, è un dato inconfutabile che i poliziotti hanno ben risposto alla delinquenza predatoria, una delle più agguerrite del sud Italia, ma hanno affrontato anche: Mare Nostrum,  l’ordine pubblico del CARA di Mineo, la Movida,  gli abusivismi, i controlli alla ristorazione,  la prostituzione e decine di arresti nella piazza di spaccio di stupefacenti  quale è quella catanese oltre le operazioni della Squadra Mobile incessanti e di alto livello. I numeri sono a disposizione di tutti e i poliziotti con spirito di sacrificio personale hanno risposto come lo hanno fatto i colleghi dell’Arma dei Carabinieri e della guardia di Finanza e non da ultimi i Vigili Urbani, in una città con mille problemi soprattutto logistici.  Ciò che si legge nell’articolo apparso su La Sicilia del 28 dicembre a firma dl Segretario ADP non corrisponde al lavoro fatto da decine di uomini e donne della Polizia. Le affermazioni di un sindacato non rappresentativo ( conta appena  50 iscritti in tutta la provincia) guidato da un Segretario che è anche dirigente di un  commissariato di P.S. catanese, fanno riflettere sulle responsabilità di conduzione di un ufficio di P.S. Infatti, quel commissariato  è stato nell’anno in corso,  il meno produttivo e non per mancanza di uomini, viste le assegnazioni s fatte dal Questore di Catania. La critica  del Sindacato Siap  verso il Questore,  è proprio riferita   al non rimpasto di alcuni funzionari che magari non rendono al pari dei loro colleghi che lavorano con ciò che il Dipartimento di P.S.  a messo loro a disposizione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento