Cerimonia per il 40esimo anniversario della strage di San Gregorio

La cerimonia si è conclusa nella chiesa madre con la santa messa celebrata dal parroco Don Ezio Coco, al termine della quale è stata letta la preghiera del carabiniere

Il 10 novembre del 1979 al casello autostradale di San Gregorio di Catania la mafia uccise barbaramente tre carabinieri in forza al comando provinciale etneo: il Vice Brigadiere Giovanni Bellissima di 24 anni, gli Appuntati Salvatore Bologna di 41 anni e Domenico Marrara di 50 anni. Il commando entrò in azione per liberare e uccidere, dopo qualche giorno, il boss Angelo Pavone, alias “faccia d’angelo”, che doveva essere trasferito dal carcere di Catania a quello di Bologna. Questa mattina, alla presenza delle autorità civili e militari, al casello autostradale di San Gregorio, il Sindaco Carmelo Corsaro ed il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catania, Colonnello Raffaele Covetti, alla presenza dei familiari delle vittime del dovere, hanno deposto una corona d’alloro nei pressi del monumento voluto dal comune in ricordo dei tre eroici militari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cerimonia si è conclusa nella chiesa madre con la santa messa celebrata dal parroco Don Ezio Coco, al termine della quale è stata letta la preghiera del carabiniere e i vertici militari, dopo aver ringraziato gli intervenuti, hanno inteso rivolgere un particolare pensiero ai familiari delle vittime, ricordando l’esempio dei tre Carabinieri, decorati di medaglia al valor civile, che per servire la Patria hanno sacrificato la loro vita. Il Sindaco ha ringraziato l’Arma dei carabinieri per la quotidiana attività svolta al servizio del cittadino e dei più bisognosi. Fra i presenti c’erano anche i rappresentanti delle associazioni dei Carabinieri in congedo, cittadini, rappresentanti del consiglio comunale e numerosi giovani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

  • "Dammi i soldi o ti spezzo le gambe", arrestato mentre attende la vittima sotto casa

Torna su
CataniaToday è in caricamento