Cronaca

Acireale, al via la demolizione dell'ecomostro nella riserva della Timpa

Fu costruito nel 1975 e avrebbe dovuto accogliere un albergo di lusso, l'hotel Santa Maria La Scala. I lavori furono bloccati qualche anno dopo, ma lo scheletro di cemento armato e acciaio è ancora lì, domani sarà definitivamente demolito

Sarebbe dovuto diventare un albergo di lusso all'interno della Riserva naturale della Timpa. La struttura,uno scheletro di acciaio e cemento armato di sei piani, a strapiombo sul mare, dal 1975 deturpa la splendida collina dell'area naturale, ma domani sarà definitivamente demolito.

Il costo previsto per la demolizione è di 155 mila euro, spesa che sarà sostenuta dal comune di Acireale e dalla Regione  e i lavori per eliminare l'ecomostro andranno avanti per i prossimi tre mesi, seguendo le precise indicazioni dell'assessorato regionale territorio e ambiente, rispettando il periodo riproduttivo e migratorio della specie presenti nell'area protetta.

Il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo ha detto: "Dell’ecomostro della Timpa ai nostri figli resteranno solo gli scatti fotografici. Da primo cittadino di Acireale ho sentito il dovere di farlo. Abbiamo il dovere di avere rispetto della natura, il rispetto delle regole e della bellezza della nostra Riserva. Finalmente ci siamo riusciti, attraverso un percorso congiunto con la Procura di Catania. Ci siamo riusciti senza spreco di risorse, perché l`intervento avverrà in danno alla proprietà, che dovrà pagare. Ci siamo riusciti anche grazie al cofinanziamento del fondo di rotazione da parte dell`Assessorato regionale alle Infrastrutture. Ci siamo riusciti perché lo abbiamo voluto con grande determinazione,- sottolinea il Sindaco -. La città aspetta questo momento e lo aspettano tutti coloro che durante il periodo estivo attraversano il nostro mare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acireale, al via la demolizione dell'ecomostro nella riserva della Timpa

CataniaToday è in caricamento