Ecomostro della Timpa, arrivano i fondi per l'abbattimento: previsto dopo l'estate

A causa dei disturbi sonori provocati dall’abbattimento del fabbricato e dai movimenti delle macchine, l’intervento non potrà essere realizzato durante il periodo riproduttivo e migratorio delle specie protette e quindi i lavori slitteranno nei mesi successivi all’estate

Nel 2016 Acireale potrà finalmente festeggiare la demolizione dello scheletro dell’ Hotel Santa Maria La Scala, l’ ecomostro che da oltre 40 anni deturpa la riserva della Timpa. Arriva dall’assessorato regionale Infrastrutture e Mobilità il decreto di finanziamento di 250 mila euro per l’esercizio finanziario 2015 per i lavori di cui si parla da tempo.

Il decreto di finanziamento della Regione fa seguito alla convenzione stipulata nell’aprile del 2015 tra il comune di Acireale e l’assessorato regionale Infrastrutture e Mobilità. Il Genio Civile di Catania, struttura periferica del Dipartimento regionale tecnico, si è impegnato ad assumere il ruolo di stazione appaltante e ad integrare le risorse impegnate dall’esercizio finanziario del comune di Acireale, pari a 150 mila euro, per la progettazione e l’esecuzione dei lavori di demolizione dell'ecomostro.

Il provvedimento regionale integra le risorse necessarie per la realizzazione del progetto redatto dal Genio civile, che prevede una spesa di 250 mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

''Iniziamo l’anno sotto i migliori auspici, abbiamo portato avanti tutte le fasi burocratiche necessarie per arrivare ad un vero traguardo che ci siamo prefissati fin dal nostro insediamento. Stamattina - ha commentato il sindaco Roberto Barbagallo - ho già contattato il Genio Civile, che la settimana prossima sarà pronto a pubblicare il bando di gara. Appaltati nel più breve tempo possibile i lavori, dovremo solo rispettare le prescrizioni dell’assessorato Territorio e Ambiente, in rispetto delle normative vigenti in materia di tutela paesaggistico- ambientale e da un punto di vista statico e di sicurezza. Ricordo che l’assessorato ha prescritto che, a causa dei disturbi sonori provocati dall’ abbattimento del fabbricato e dai movimenti delle macchine, l’intervento non potrà essere realizzato durante il periodo riproduttivo e migratorio delle specie protette e quindi saremo autorizzati ad iniziare i lavori nei mesi successivi all’ estate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento