rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Elezioni rettore, Simona Suriano (M5S): "Dai candidati ci aspettiamo chiarezza su trasparenza e legalità"

La deputata catanese chiede inoltre la sottoscrizione di un codice etico che impegni il futuro rettore a una condotta rigorosa

“Dopo l’inchiesta “Università bandita” della procura di Catania la soluzione migliore per l’ateneo sarebbe stato un commissariamento per individuare ed eliminare tutte le criticità che hanno riscontrato gli inquirenti, azzerarndo così un vero e proprio sistema che si era creato. Quindi, pur non condividendo l’indizione di elezioni così affrettate - e in un periodo balneare che mal si concilia con scelte così importanti e cruciali - è necessario che i candidati a rettore dell’ateneo catanese traccino, sin da subito, delle linee guida sulla trasparenza essendo sfumata l’ipotesi dell’arrivo di un commissario”.

“Trasparenza e legalità debbono essere I cardini della azione di quello che sarà il nuovo rettore dopo lo scandalo dei concorsi truccati. Ci aspettiamo, quindi, di sentire posizioni nette, chiare e forti su questi temi. Ci aspettiamo altresì che l’università, nelle sue componenti sane, possa stilare e far sottoscrivere ai candidati una sorta di codice etico che impegni il futuro rettore a una rigorosa condotta. Altrettanto utile sarebbe – da parte del Ministero – istituire un osservatorio ad hoc permanente per Catania che assista il nuovo rettore e lo aiuti nell’opera di pulizia all’interno della prestigiosa istituzione della città”. Lo ha dichiarato la deputata del Movimento Cinque Stelle Simona Suriano a margine della prima presentazione ufficiale dei candidati alla carica di rettore dell'ateneo di Catania

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni rettore, Simona Suriano (M5S): "Dai candidati ci aspettiamo chiarezza su trasparenza e legalità"

CataniaToday è in caricamento