Elicottero caduto a L'Aquila, tra le 6 persone indagate anche un catanese

Indagate sono tutte persone dipendenti della società Inaer Spa che svolge il servizio per conto del 118. Gli indagati a vario titolo sono coloro che avrebbero dovuto curare l'aspetto della formazione continua del pilota

C'è anche un catanese tra gli indagati per il tragico incidente avvenuto un anno fa a L'Acquila. La Procura della Repubblica dell'Aquila (sostituto procuratore Simonetta Ciccarelli) ha chiuso le indagini preliminari in relazione alla caduta dell'elicottero del 118 che si è schiantato sul Monte Cefalone il 24 gennaio 2017, causando 6 vittime: Valter Bucci, medico rianimatore del 118; Davide De Carolis, tecnico del Soccorso alpino; Giuseppe Serpetti, infermiere del 118; Mario Matrella, tecnico verricellista Inaer; Gianmarco Zavoli, pilota Inaer, ed Ettore Palanca, romano, soccorso sulle piste da sci di Campo Felice, dopo una frattura.

Con l'accusa di omicidio colposo e disastro aviatorio sono stati indagati Giulio Fini, 56 anni, di Roma; Maurizio Lebet, 57, di Cefalù; Gianfranco Molina, 42, di San Gregorio di Catania; Roberto Noceto, 50, di Roma; Pietro Trabucchi, 55, di Sondrio; Alfonso Friolo, 55, nato di Viterbo.

Tutte persone dipendenti della società Inaer Spa che svolge il servizio per conto del 118. Gli indagati a vario titolo sono coloro che avrebbero dovuto curare l'aspetto della formazione continua del pilota, il quale secondo una approfondita relazione del consulente della Procura, Stefano Benassi tra i maggiori esperti di elicotteri a livello mondiale, il pilota Zavoli, secondo norme europee sul volo civile, avrebbe dovuto eseguire un corso individuale e aggiornamenti sul volo strumentale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Considerazione secondo l'accusa che deriva dalla ricostruzione anche fatta dal computer secondo la quale il pilota dell'elicottero del 118 in fase di trasferimento presso l'ospedale de L'Aquila, entrato in un banco di nebbia, anziche' affidarsi alla propria esperienza avrebbe dovuto proseguire il volo in modo strumentale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento