Elicottero del 118 precipitato a Mineo, la Procura apre un'inchiesta

La Procura di Caltagirone ha aperto un'inchiesta sull'elicottero del 118 precipitato a Ramacca: in cui è morto il copilota Sergio Torre

La Procura di Caltagirone ha aperto un'inchiesta sull'elicottero del 118 precipitato a Ramacca, in cui è morto il copilota, Sergio Torre, e sono rimasti feriti il pilota, una paziente, e un'anestesista e un infermiere.

L'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) informa in una nota di aver avviato l'inchiesta di sicurezza di propria competenza sull'incidente all'elicottero AS365N3 marche I-Dams, durante il volo sanitario tra Caltanissetta e Messina. "Dalle prime informazioni disponibili - spiega l'Ansv - si ha conferma che una delle cinque persone che si trovavano a bordo è deceduta. L'Agenzia ha contestualmente disposto l'invio di un proprio tecnico investigatore sulla scena dell'evento per lo svolgimento di un primo sopralluogo operativo, finalizzato alla raccolta di elementi utili all'attività di indagine".

In merito ai soccorsi, è stato l'elicottero dei vigili del fuoco il primo ad atterrare nell'eliporto dell'ospedale Cannizzaro di Catania dove è stato ricoverato con delle fratture agli arti inferiori il primo dei feriti dello schianto. È l'infermiere Antonio Giuffrida che avrebbe riportato delle fratture alle gambe e contusioni varie. Subito dopo è atterrato un altro elicottero del 118 con un altro ferito a bordo.Nell'ospedale Cannizzaro sono ricoverati in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita, per la frattura del femore, il medico anestesista Rita Di Manno, di 54 anni, originaria di Nissoria (Enna), e l'infermiere professionale Antonio Giuffrida, di 52, di Caltanissetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'ospedale Garibaldi di Catania, vigile ma sotto choc, è ricoverato il pilota dell'elicottero del 118, Luca Troia, di 47 anni, originario di Gaggi (Messina), le sue condizioni sono in fase di valutazioni ma non appaiono particolarmente gravi. La quarta persona ferita è una paziente nissena, A. D., che doveva essere trasferita da Caltanissetta a Messina per un'emorragia celebrare come esito di un ictus. È ricoverata con la prognosi riservata al Vittorio Emanuele di Catania.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Coronavirus, in Sicilia tre nuovi casi: +1 nella provincia etnea

  • Sequestrate 15mila bombole di gpl pericolose a una coppia di catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento