Paternò, continua la battaglia di Emanuele: dopo Crocetta l'incontro con Ingroia

Emanuele Feltri, l'agricoltore biologico vittima di intimidazioni mafiose a Paternò, ha consegnato un "Appello in difesa della Valle del Simeto" al presidente della Regione e incontrerà il presidente di Azione Civile Antonio Ingroia e il movimento di Catania

ph Facebook

E' riuscito a mobilitare associazioni, giornali, Regione e anche Prefettura. Emanuele Feltri, l'agricoltore biologico vittima di intimidazioni mafiose a Paternò, sta conducendo una battaglia partita dal web e approdata su tutti i media nazionali.

Ieri, ha incontrato il Presidente Rosario Crocetta. "Abbiamo consegnato il nostro 'Appello in difesa della Valle del Simeto' - scrive sul suo profilo Facebook, ormai pieno di messaggi di solidarietà - abbiamo discusso delle problematiche del territorio, dell'oasi di Ponte Barca, delle misure necessarie a garantire un sereno svolgimento del lavoro di tanti onesti braccianti e imprenditori agricoli. Abbiamo ottenuto segnali importanti che presenteremo domani durante la conferenza stampa e discuteremo in assemblea".

E non si fermano qui gli appuntamenti per "difendere" la Valle del Simeto. In programma, oggi alle ore 17.30 al Palazzo Alessi di Paternò, anche l'incontro con il presidente di Azione Civile Antonio Ingroia e il movimento di Catania

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento