Emergenza amianto in via Pietro Mascagni, risponde la "ditta in ferie"

A seguito di lastre di amianto abbandonate in via Pietro Mascagni, era intervenuto Andrea Cardello, vice presidente della seconda municipalità dicendo di aver segnalato la situazione agli uffici competenti e di aver ricevuto come risposta che "la ditta che se ne occupa è in ferie e ricomincerà a lavorare il primo settembre"

A seguito di lastre di amianto abbandonate in via Pietro Mascagni, nel mese di agosto, era intervenuto Andrea Cardello,  vice presidente della seconda municipalità dicendo di aver segnalato la situazione agli uffici competenti e di aver ricevuto come risposta che "la ditta che se ne occupa è in ferie e ricomincerà a lavorare il primo settembre".

Emergenza amianto in via Pietro Mascagni, ma "la ditta è in ferie"

Risponde la ditta chiamata in causa, la Ugo Valle Srl: "Sono orgoglioso di essere andato in ferie e di aver mandato in ferie le persone che lavorano con me e le rispettive famiglie. Abbiamo regolarmente lavorato la prima settimana di Agosto, e con i tecnici del Comune di Catania abbiamo bonificato le aree in quel momento segnalate. Abbiamo regolarmente ripreso attività in data 21.08.2017 (due settimane dopo, addirittura). Pur essendo operativi, purtroppo in Italia esiste una brutta bestia che si chiama burocrazia. Per bonicare un sito o rimuovere materaili contenenti amianto (CER 170605) la ditta incaricata deve adempiere a vari punti. Ad esempio, dopo aver inertizzato, imballato, i rifiuti vanno al centro di stoccaggio autorizzato".

"Il centro di stoccaggio - continua l'amministratore della Ugo Valle - ci ha dato disponibilità in urgenza in data 28 agosto e in pari data abbiamo effettuato le bonifiche. Purtroppo anche a noi piacerebbe essere operativi immediatamente e senza troppi paletti burocratici, ma .... CARTA CANTA. Spiego, per opportuna conoscenza, che effettuare una raccolta ed insaccamento di rifiuti (Cemento Amianto CER 170605) senza adempiere a quanto sopra, equivale a fare un illecito, punibile "Penalmente per Legge", inoltre e non per ultimo, lasciare i rifiuti contenenti amianto trattatti ed insaccati , sul ciglio stradale, anche dopo "tutta la documentazione di cui sopra" ,  è operazione passibile di sequestro  e denuncia Penale  (si configura una "discarica non autorizzata " di MCA (manufatti contenenti amianto). Quindi, caro Signore, porti pazienza e purtroppo, visto che i rifiuti erano nel suo quartiere, usi il suo prezioso tempo, per fare cultura e spiegare ai suoi vicini che se buttano amianto per strada sono dei delinquenti e vanno denunciati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento