Zona Industriale, emergenza degrado: "Servono interventi straordinari"

Il gruppo politico "Grande Catania" accende i riflettori sulla necessità di riqualificare l'intera area dove i problemi non mancano, tra voragini lungo l'asfalto, discariche abusive e l'assenza di un impianto di illuminazione lungo le strade

"Dove sono finiti i progetti ed i fondi che l’amministrazione comunale ha promesso nei mesi scorsi per riqualificare, almeno in parte, la zona industriale?" a chiederlo è Giuseppe Castiglione, consigliere comunale e capogruppo di Grande Catania che ha deciso di accendere i riflettori sul degrado dell'area. "Nel corso degli ultimi tempi a porsi questa domanda sono stati, a turno, sindacati, associazioni di categoria e chiunque sia costretto quotidianamente a mettere piede in questa parte di Catania. Qui gli incidenti stradali, le auto danneggiate a causa delle voragini lungo l'asflato sono all’ordine del giorno. Una situazione che ho già denunciato - afferma Castiglione -, sottolinenando la necessità di cominciare nella zona industriale una programmazione radicale in cui coinvolgere in prima persone imprenditori e aziende che qui hanno spesso grosse risorse in termini di denaro e di mezzi".

"Come si può pensare di rilanciare la zona industriale - continua il capogruppo di Grande Catania -  quando alla base mancano le strade adeguate, l’impianto di illuminazione, i marciapiedi e la sicurezza? Come si può creare sviluppo se qui le uniche cose in costante aumento sono le discariche, le voragini e la giungla di erbacce che ha già praticamente inghiottito decine di metri di passaggi pedonali e cartelli stradali? Sterpaglie che con l’afa estiva rischiano di prendere fuoco alla minima scintilla con le conseguenze che sono facilmente immaginabili per chiunque".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per anni la competenza della zona industriale è ricaduta sull’ex Asi (oggi Irsap). Una convenzione scaduta da anni con la conseguenza che le aziende dell’area assistono ad uno scarica-barile tra l’ente e Palazzo degli Elefanti che non sta portando da nessuna parte. Anzi, tutto questo genera un immobilismo disastroso dove a rimetterci, come sempre, sono i catanesi. Per queste ragioni - conclude Castiglione -  chiedo un tavolo di dialogo dove si possa cominciare a varare piccoli, ma significativi, interventi di manutenzione straordinaria che possano almeno, nell’immediato, far fronte alle emergenze quotidiane che rischiano di mettere in ginocchio un’area grande quanto una cittadina di medie dimensioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento