menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza eternit in città, individuati 39 siti pericolosi: "Stiamo procedendo con la bonifica"

Individuate zone con presenza di eternit. Un potenziale pericolo per la salute che l'amministrazione comunale sta estirpando, come conferma l'assessore all'ambiente, Rosario D'Agata: "Una ditta si è aggiudicato l'appalto per effettuare 39 interventi già localizzati in tutta la città"

Eternit abbandonato in città. Un potenziale rischio per la salute pubblica dei cittadini? "Non sempre, ma solo quando il materiale formato da amianto e cemento risulti danneggiato" spiega Vincenzo Torrisi, biologo e fondatore del movimento Ripuliamo Catania. “Nel corso del tempo l’esposizione cronica alle fibre di amianto rilasciate nell’aria, in caso di rottura del materiale eternit, - aggiunge Torrisi - può provocare il formarsi di gravi malattie, due in particolare: Asbestosi e Mesotelioma, più comunemente cancro al polmone”.

A Catania sono tante le zone della città dove sono state individuate discariche con la presenza di eternit. Un pericolo che l’amministrazione comunale sta estirpando, come conferma l’assessore all’ambiente, Rosario D’Agata:  “Una ditta si è aggiudicato l’appalto per effettuare 39 interventi già localizzati in tutta la città, per lo smaltimento e la bonifica ei siti".

Il consigliere Davide Ruffino, della prima circoscrizione, ha individuato tra le tante aree una del centro storico, la Via Ugo Bassi traversa del Viale delle Medaglie D'oro. L’ennesima concentrazione di eternit, anche nelle zone più abitate e frequentate della città. I vari quartieri come Monte Po, San Giovanni Galermo, San Cristoforo, Picanello Cibali e Scogliera non sono immuni dal problema. Ecco perché Ruffino giudica di “fondamentale importanza l’intervento che l’amministrazione sta portando avanti”.

Placare l’emergenza discariche, non spazza via l’altro problema, quello dello smaltimento del materiale da parte dei privati cittadini. Sino ad oggi, come testimoniato dai tanti casi di vasche eternit, spesso poste in prossimità dei normali cassonetti, i cittadini più incivili depositano infatti in strada il materiale. “Gli alti costi dello smaltimento – tuona Ruffino – alimentano spesso l’inciviltà degli abitanti". Un rischio questo che potrebbe in futuro portare al ripresentarsi di situazioni analoghe. "Situazione da monitorare - spiega Ruffino - anche dopo l’intervento varato dall’amministrazione per la bonifica dei 39 siti attuali".

Lo smaltimento dell’eternit, infatti, rientra in particolari normative di legge concertenti i rifiuti speciali ed è possibile attuarlo soltanto rivolgendosi a ditte private e specializzate nel settore. La nostra redazione ha appreso le possibili soluzioni offerte dalle aziende per effettuare anche interventi in case o zone private: rimozione, incapsulamento e confinamento.

Nell'incapsulamento le zone, le superfici e gli oggetti contenenti Eternit vengono ricoperti da una pellicola, grazie a prodotti e materiali che penetrano in profondità. Il confinamento invece è sicuramente la soluzione più economica e meno invasiva di bonifica e smaltimento amianto ed Eternit. Può, tuttavia, essere utilizzata solo per spazi piccoli ed oggetti non impegnativi da raggiungere. Le lastre, le tettoie e le aree contenenti il materiale cancerogeno saranno separate dal resto dell'edificio o dell'ambiente tramite barriere a tenuta. La rimozione dell'amianto, è invece il metodo "definitivo" per risolvere il problema della presenza dell'asbesto. Bisognerà in questo caso effettuare lo smaltimento e trattamentodei rifiuti speciali e pericolosi prodotti.

Possibile a Catania una convenzione tra cittadini e privati per calmierare i prezzi di bonifica e smaltimento? Come chiarisce l’assessore D’Agata, “ il comune conta di fare un protocollo d’intesa, che le ditte possono sottoscrivere con il comune, stabilendo in questo modo costi specifici non alti per eventuali interventi di bonifica. Non si possono spendere soldi invece – chiarisce D’Agata - su manufatti privati”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Etna, sopralluogo di Musumeci: "Un milione a sostegno delle aree più colpite"

  • Cronaca

    Coronavirus, in Sicilia 567 nuovi casi: a Catania +121

  • Politica

    Etna, Musumeci dichiara lo stato di emergenza

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento