menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza rifiuti, il bando che scompare e poi riappare: ecco perché

Il bando che ricercava associazioni Onlus e di volontariato esperte nel settore della comunicazione ambientale, è stato pubblicato il 18 agosto con scadenza il 7 settembre ma poi è sparito. Da qui la polemica sollevata dall'Associazione Rifiuti zero Sicilia

Prima la polemica sollevata dall'Associazione Rifiuti zero Sicilia secondo la quale il bando - che ricercava associazioni Onlus e di volontariato esperte nel settore della comunicazione ambientale per svolgere un’attività di consegna kit, formazione ed informazione al cittadino nella zona in cui dovrebbe partire il porta a porta - pubblicato il 18 agosto con scadenza il 7 settembre, sarebbe stato revocato senza motivo. Ora, il ritorno del bando "per i facilitatori ripresentato per dare la possibilità di partecipare ad un maggior numero di associazioni ambientaliste". Come spiega l'assessore all'Ambiente del comune di Catania, Rosario D'Agata.

Schermata 2015-09-21 alle 10.04.45-2

Un'attività volontaria che non da' diritto ad alcuna forma di retribuzione - come si puntualizza nella nota del Comune - e non comporta l'instaurazione di alcuna tipologia di rapporto di lavoro di qualsiasi natura.

"Con il nuovo bando - spiega l'assessore D'Agata - possono partecipare un maggior numero di associazioni ambientaliste evitando cosi' qualsiasi, seppur parziale, discriminazione". Le associazioni che hanno già presentato domanda, rende noto l'assessore, saranno contattate ed informate se presentare o meno una nuova richiesta di partecipazione. 

Abbiamo chiesto al presidente dell'Associazione Rifiuti zero Sicilia, Danilo Pulvirenti, di commentare il "ritorno" del bando: "A nostro avviso il bando era già aperto a tutte le Associazioni non solo ambientaliste. Continuiamo a non capire il motivo di questa marcia indietro e la consideriamo un passo falso, l'ennesimo, in un settore in cui la legalità stenta sempre ad avere la meglio. Staremo a vedere e siamo impazienti di leggere il nuovo".

A seguire, sempre sul tema rifiuti, arriva l'annuncio del sindaco Bianco: "Una rivoluzione che cambierà il volto di Catania". Un nuovo servizio di differenziata porta a porta che, dopo i buoni risultati del test di tre mesi nel Villaggio Santa Maria Goretti, partirà dalla fine di ottobre nel centro storico cittadino e la nuova gara d’appalto che, dalla fine di marzo del 2016, assegnerà il servizio di differenziata porta a porta in tutta la città e la pulizia di Catania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento