Emergenza rifiuti in centro, mancano all'appello molti cassonetti

A denunciare il problema è il circolo del PD "Ognina- Picanello" in merito alle vie Gorizia, Mascagni, Sabotino, piazza Respighi e ad un tratto di via Umberto, vicino piazza Iolanda

Gravi ed incomprensibili carenze, totale assenza del servizio di igiene urbana, a partire dalla incomprensibile eliminazione dei cassonetti per la raccolta di su. nelle vie Gorizia, via P. Mascagni, via Sabotino, Piazza Respighi, un tratto della via Umberto (vicino P.zza Iolanda). Questo senza alcuna comunicazione da parte del Comune ai cittadini ed alle famiglie interessate, in assenza di un civile servizio di raccolta differenziata, mai organizzato dal Comune, come invece avviene in qualche altra zone della città. Ma allora perché togliete i cassonetti?" Così la segreteria del circolo Pd "Ognina - Canalicchio" denuncia l'emergenza rifiuti e l'assenza di cassonetti in alcune strade del centro città.

"Da oltre 6 mesi a questa parte, - continua il circolo Pd -  con un crescendo di disservizi e problemi che ha aggravato la situazione, sono stati incredibilmente tolti, eliminati una postazione dopo l’altra, quasi furtivamente, tutti i cassonetti. Né risulta esserci alcuna nuova ipotesi organizzativa alternativa. Solo gravissimi disagi a danno di centinaia di cittadini che, è bene ricordarlo, pagano centinaia e centinaia di euro di Tari. Ancora più gravi sono i problemi sofferti soprattutto dalle persone più anziane, costrette ad andare alla ricerca di cassonetti anche a chilometri di distanza dalle loro abitazioni, ammesso che li trovino! Questa incredibile situazione, tra l’altro, trasforma in vere e proprie discariche le rare postazioni di cassonetti disponibili in città con gravi conseguenze per gli abitanti anche di altre zone del quartiere Picanello".

"Vogliamo sperare che il direttore del servizio Ecologia e Ambiente e l’assessore al ramo, intervengano con la massima urgenza. In mancanza di risposte e soluzioni immediate (intanto a partire dal ripristino delle numerose postazioni di cassonetti eliminate), suo malgrado sarà costretto a denunciare alle autorità competenti questo assurdo modo di fare da parte dell’amministrazione comunale e del suo servizio competente, che sta causando enormi disagi e danni igienico-sanitari agli abitanti della zona. L’amministrazione comunale - conclude il circolo Pd -  si preoccupa solo di fare pagare la Tari, senza rendere un servizio tanto essenziale ai suoi cittadini come, appunto, quello della nettezza urbana e della raccolta dei rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento