rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Emergenza sfratti post pandemia: la richiesta dei sindacati degli inquilini

"Servono anche Anci e Regione al tavolo permanente sul disagio abitativo”. I sindacati esprimono soddisfazione per la disponibilità del prefetto

Serve un “tavolo” istituzionale di confronto permanente sul problema degli sfratti causati dai disagi della pandemia che veda anche la presenza di Anci e Regione Siciliana. Alla Regione in particolare si chiederà lo snellimento di procedure per l’accesso al fondo per la morosità incolpevole a sostegno dei proprietari che rinuncino allo sfratto. È necessario, infatti, che durante questi mesi di stop agli sfratti, si trovino alternative valide per ogni singola famiglia impossibilitata a sostenere i costi degli affitti, in modo da garantire il passaggio “da casa a casa”.

È stata questa la richiesta che il Sunia, Sicet e Uniat di Catania, i sindacati provinciali degli inquilini, hanno avanzato nel corso di un incontro - il primo di una serie- sul disagio abitativo e le procedure di sfratto, al quale hanno partecipato anche i principali sindacati degli inquilini; l’iniziativa si è tenuta in Prefettura. Presenti all’incontro anche gli amministratori comunali, l’Iacp e i rappresentanti delle forze di Polizia. Il prefetto ha considerato già la riunione di mercoledì come la prima occasione di confronto di un tavolo istituzionale permanente; una disponibilità che Sunia, Sicet e Uniat considerano importante e incoraggiante alla luce del difficile momento in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sfratti post pandemia: la richiesta dei sindacati degli inquilini

CataniaToday è in caricamento