menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di Santo D'olica

foto di Santo D'olica

Nuova eruzione dell'Etna, fontana di lava e nube di cenere

L'intensa attività stromboliana prodotta dal cratere di Sud Est dell'Etna, iniziata ieri sera, è diventata nelle ore successive una debole fontana di lava. Due i bracci lavici formatisi

L'intensa attività stromboliana prodotta dal cratere di Sud Est dell'Etna, iniziata ieri sera, è diventata nelle ore successive una debole fontana di lava. Due i bracci lavici formatisi: il primo 'braccio' è emerso dal cratere di Sud-Est in direzione della desertica Valle del Bove raggiungendo una altezza di circa 2.900 metri sul livello del mare. Un secondo trabocco di lava è stato rilevato dal lato nord lato nord dello stesso cratere. 

Le immagini dell'eruzione - Video

Durante l'attività esplosiva, spiega l'Osservatorio etneo dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è stata segnalata ricaduta di cenere vulcanica a Fleri. L'ampiezza del tremore vulcanico si mantiene su valori alti, assieme a quello del tremore infrasonico. I dati della rete Gps dell'Etna non mostrano variazioni significative. I fenomeni sono confinati nella zona sommitale dell'Etna, ma sono visibili anche da Catania e Taormina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Salute

Bromelina: cos'è, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento