Eruzione Etna, piste da sci ricoperte di cenere: la stagione è out

Il Sindaco di Linguaglossa Rosa Maria Vecchio: "Ci vorrebbe una forte nevicata per ricoprire questo manto nero e riavviare la stagione sciistica. Ma, essendo nel mese di marzo, è difficile che questo accada. Si prevede, pertanto, un grave danno alla nostra economia"

L'Etna e i suoi spettacoli di fuoco. Ma quando a cadere è la cenere - quest'anno con vere e proprie pietre - allora lo spettacolo finisce. In particolare, l'ultima eruzione ha colpito ancora Linguaglossa. E il disagio maggiore, questa volta, interessa le piste da sci.

Le piste, infatti, sono interamente ricoperte da cenere e, molto probabilmente, anche la stagione sciistica sull'Etna si può definire chiusa, come ci anticipa il sindaco di Linguaglossa, Rosa Maria Vecchio, raggiunto telefonicamente.

"Rispetto alla scorsa emissione di cenere e lapilli - spiega il sindaco - questa volta oltre ad essere coperta Linguaglossa, sono state coperte le piste. Ci vorrebbe una forte nevicata per ricoprire questo manto nero e riavviare la stagione sciistica. Ma, essendo nel mese di marzo, è difficile che questo accada. Si prevede, pertanto, un grave danno alla nostra economia e al nostro turismo. Per questo, domani mi recherò a Palermo al fine di ottenere dei contributi dalla Regione per questo disastro".

Anche la situazione a Linguaglossa non è delle migliori. Come ci spiega il sindaco, il comune è totalmente "nascosto" da piccole pietre.  Come la scorsa volta, la "pulizia" è partita subito, ma oggi piove e, quindi, diventa problematico. Si sta provvedendo, pertanto, a ripulire inizialmente le scuole e i cortili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento