Cronaca

L'Etna 'raddoppia' la sua colata con un secondo flusso lavico

"Dalla tarda serata di ieri - rende noto l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia-un secondo flusso lavico percorre il pendio che raccorda la Valle del Bove con la Valle del Leone. La colata ha raggiunto e superato Monte Simone

Prosegue, lenta e inarrestabile, l'eruzione dell'Etna. Nel corso della notte è proseguita l'attività stromboliana al Nuovo Cratere di Sud Est, accompagnata da discontinue, a tratti abbondanti, emissioni di cenere. La colata lavica che emerge dalla fessura eruttiva posta sul fianco nord-orientale del cratere continua ad essere ben alimentata.

"Dalla tarda serata di ieri - rende noto l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia-un secondo flusso lavico percorre il pendio che raccorda la Valle del Bove con la Valle del Leone. La colata ha raggiunto e superato Monte Simone, a 2082 metri di quota, circondandolo da nord a sud. Il braccio lavico maggiormente alimentato scorre dirigendosi verso la porzione centrale della Valle del Bove. Il fronte lavico più avanzato ha percorso circa 4,5 km e si trova a circa 1800 m. di quota sul mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Etna 'raddoppia' la sua colata con un secondo flusso lavico

CataniaToday è in caricamento