Espianto di organi al Cannizzaro, 46enne morta per un'emorragia cerebrale

E' la terza donazione di organi nel 2017, la sesta negli ultimi nove mesi, all'ospedale Cannizzaro di Catania

Un prelievo multiplo di organi è stato eseguito nell'ospedale Cannizzaro di Catania da una 46enne di Vittoria, deceduta per un'emorragia cerebrale spontanea. La donna era una donatrice.

A conclusione della procedura medica sono stati prelevati il fegato e un rene, andati all'Ismett di Palermo; l'altro rene e il pancreas sono stati trasferiti al Civico di Palermo; le cornee sono state destinate alla banca degli occhi, sempre a Palermo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervento è cominciato a mezzanotte e si è concluso dopo le 8 di questa mattina ed è stato eseguito dall'équipe dell'Azienda Cannizzaro. E' la terza donazione di organi nel 2017, la sesta negli ultimi nove mesi, all'ospedale Cannizzaro di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento