menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
danni alle case intorno

danni alle case intorno

Cibali, esplosione in una palazzina: tre feriti e danneggiati due appartamenti

Due le abitazioni coinvolte, con crolli parziali. Non ci sarebbero altre persone coinvolte

Tre persone sono rimaste ferite, in maniera non grave, per un'esplosione avvenuta al secondo piano di un palazzo di via Cosentino Sava, nel quartiere di Cibali.

Due le abitazioni coinvolte, con crolli parziali. Non ci sarebbero altre persone coinvolte. L'intero stabile di tre piani è stato evacuato e la zona è stata messa in sicurezza. Al lavoro due squadre di vigili del fuoco e personale di supporto logistico per le verifiche strutturali e per accertare cause dell'esplosione.

INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO - GUARDA IL VIDEO

Al momento dell'esplosione, nessuno degli occupanti era presente al suo interno. I tre feriti, infatti, sarebbero gli inquilini della palazzina accanto: due signore e un uomo. "Le cause dell'esplosione sono, al momento, riconducibili alla formazione accidentale di una miscela aria-gas che ha saturato l'abitazione e che é stata innescata da qualche elettrodomestico collegato alla rete elettrica", spiegano dal comando dei vigili del fuoco.

Le due squadre dei vigili del fuoco intervenute con due auto pompa e un'autoscala, sono state impegnate per oltre sei ore per la messa in sicurezza dell'intero stabile e delle aree limitrofe.

Presenti sul posto oltre al personale vigile del fuoco, per quanto di competenza, personale della Polizia di Stato, dei Vigili Urbani, personale sanitario del Servizio 118 e personale dell'Azienda del gas.

Porte e finestre interne ridotte in mille pezzi, tetti sfondati e intonaci finiti all’interno dei cortili. Il consigliere della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” Erio Buceti chiede al Sindaco di attivarsi, con gli uffici competenti, affinchè siano fatti controlli dettagliati sulla staticità delle case circostanti alla palazzina di via Sava.

"Bisogna capire se ci sono ulteriori rischi legati magari alla presenza di bombole del gas dentro gli appartamenti o nei cortili, se qualche famiglia dev’essere temporaneamente evacuata e- cosa più importante- con le forze dell’ordine occorre scongiurare eventuali atti di sciacallaggio visto che, da molte case, i ladri potrebbero entrare attraverso ciò che rimane dei tetti", dichiara Buceti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Arredare

Soffitto: alcune idee per valorizzarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento