Esplosione di via Garibaldi, stabili ma gravi le condizioni dei due vigili del fuoco feriti

Nell'esplosione sono morte tre persone i vigili del fuoco Dario Ambiamonte, di 40 anni, e Giorgio Grammatico, di 38, e l'anziano che vi abitava, Giuseppe Longo, 75 anni. Quest'ultimo, sebbene carbonizzato, è stato riconosciuto ufficialmente dai due figli che da anni vivono a Milano

Sono stabili nella loro gravità le condizioni di salute dei due vigili del fuoco feriti nell'esplosione della palazzina di via Garibaldi e ricoverati nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi, diretto dal dottore Sergio Pintaudi. Giuseppe Cannavò, di 36 anni anni, che ha una grave ed estesa lesione polmonare e Marcello Tavormina, 38 anni, che ha riportato un trauma cranico. Quest'ultimo è stato indagato dalla Procura per disastro colposo e omicidio colposo plurimo. Un atto dovuto per compiere atti irripetibili come l'autopsia, dopo la nomina dei periti della Procura e di quelli di parte.

Nell'esplosione sono morte tre persone i vigili del fuoco Dario Ambiamonte, di 40 anni, e Giorgio Grammatico, di 38, e l'anziano che vi abitava, Giuseppe Longo, 75 anni. Quest'ultimo, sebbene carbonizzato, è stato riconosciuto ufficialmente dai due figli che da anni vivono a Milano.

Resta ancora da chiarire la causa scatenante dell'esplosione, avvenuta dall'interno verso l'esterno in un ambiente saturo di gas propano, e anche di capire se ci sia stata una perdita dalle tre bombole presenti nella struttura o se siano state aperte apposta.

Agli atti dell'inchiesta la testimonianza del vicino di casa che ha detto di avere visto un pompiere usare "un attrezzo" per aprire una porta. La Procura di Catania, che ha delegato le indagini alla squadra mobile, disporrà accertamenti tecnici per capire qual è stata realmente l''innnesco' che ha determinato l'esplosione: l'uso dell'arnese o qualcos'altro che, volontariamente o involontariamente, è accaduto dentro la casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento