Esplosione in via Garibaldi, notificato l'avviso di garanzia al caposquadra

Marcello Tavormina è stato assistito da un team di psicologi dell'ospedale Garibaldi per essere in condizioni di ricevere la notizia della morte dei colleghi, che gli è stata data stamattina

E' stato trasferito dal reparto di Rianimazione a quello di Neurochirurgia dell'ospedale Garibaldi di Catania il caposquadra dei Vigili del fuoco Marcello Tavormina, 38 anni, rimasto ferito insieme con il collega Giuseppe Cannavò, di 36, nell'esplosione avvenuta nel capoluogo etneo il 20 marzo in un locale di una palazzina di Via Garibaldi che ha provocato la morte di due pompieri, Dario Ambiamonte, di 40 anni, e Giorgio Grammatico, di 36, e di un 75enne, Giuseppe Longo. Le condizioni del caposquadra, sottoposto tre giorni addietro ad un intervento chirurgico per un trauma cranico, sono migliorate. L'altro ferito, Cannavò ha riportato un trauma polmonare. Le sue condizioni sono stabili.

Proclamato il lutto cittadino in occasione del funerale del vigile Dario Ambiamonte

A Tavormina è stato notificato un avviso di garanzia per disastro colposo e omicidio plurimo colposo per consentirgli di nominare i legali e i consulenti ai fini dell'autopsia, che potrebbe essere eseguita domani. Tavormina in questi giorni è stato assistito da un team di psicologi per essere in condizioni di ricevere la notizia della morte dei colleghi, che gli è stata data stamane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento