Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Esplosione in via Garibaldi, partita la raccolta fondi per le famiglie dei vigili del fuoco

Parte dei soldi raccolti saranno devoluti per contribuire alle spese legali del Capo Squadra Marcello Tavormina, indagato come atto dovuto dalla Procura di Catania

L'associazione Vigili del fuoco di Catania ha lanciato una sottoscrizione a sostegno delle famiglie dei quattro vigili del fuoco coinvolti nell'esplosione del piano terra di una palazzina a Catania il 20 marzo scorso. Due, Dario Ambiamonte e Giorgio Grammatico, sono morti, e altri due, Marcello Tavormina e Giuseppe Cannavò, sono rimasti gravemente feriti. Parte dei soldi raccolti saranno devoluti per contribuire alle spese legali del Capo Squadra Marcello Tavormina, indagato come atto dovuto dalla Procura di Catania.

Resta ancora ricoverato nell'ospedale Garibaldi Centro di Catania, Giuseppe Cannavò, sposato e con tre figli in tenera età, che probabilmente dovrà affrontare un percorso riabilitativo. L'iniziativa è stata possibile realizzarla grazie alla disponibilità dell'Associazione dei Vigili del Fuoco di Catania che per statuto può sostenere gesti a supporto del personale che si può trovare in difficoltà materiale.

Le donazioni si possono effettuare al seguente conto corrente: Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale Sezione Provinciale di Catania, iban: IT32 E031 2716 9010 0000 0095115 della Banca Unipol con la motivazione: "Sottoscrizione a favore dei Vigili dei Fuoco feriti e delle famiglie delle vittime della tragedia di Via Garibaldi di Catania del 20/03/2018"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione in via Garibaldi, partita la raccolta fondi per le famiglie dei vigili del fuoco

CataniaToday è in caricamento