Estate, come evitare furti in casa: consigli a fumetti della Questura

Se manca l'energia elettrica, i ladri potrebbero simulare un "fortuito" distacco dell'energia elettrica obbligando la potenziale vittima ad uscire per il riallaccio del contatore. Nel frattempo c'è un delinquente che aspetta il momento giusto per entrare in casa

Si avvicinano le ferie estive e la città comincia a spopolarsi. Anche se i ladri sono operativi tutto l'anno, in estate incrementano l'attività approfittando principalmente delle case lasciate incustodite. Per trascorrere un'estate più serena, la Questura di Catania ha diffuso una specie di "vademecum" contro i topi di appartamento.

Una brochure, in italiano e in inglese, illustrata a fumetti che suggerisce semplici consigli per il cittadino. Ecco qualche esempio.

Se manca l’energia elettrica, i ladri potrebbero simulare un "fortuito" distacco dell'energia elettrica obbligando la potenziale vittima ad uscire per il riallaccio del contatore. Nel frattempo c'è un delinquente che aspetta il momento giusto di entrare in casa.

In questi casi, quindi, bisogna verificare se il distacco riguarda soltanto la vostra abitazione (per esempio aprite il citofono per verificarne il funzionamento, oppure informatevi telefonicamente con un vicino); una volta appurato ciò, fate mente locale: avete utilizzato troppi elettrodomestici contemporaneamente? Se non c'è nulla che possa aver creato un sovraccarico di energia, state attenti.

Non aprite mai la porta nel caso udiate rumori sospetti provenienti dall'esterno. Prima di uscire tentate di vedere tramite lo spioncino (e poi, ma solo se possibile farlo in sicurezza, verificate di persona) e semmai ci fosse qualcuno appostato sulle scale: non esitate a rientrare immediatamente e chiamare il 113; qualora decideste di uscire di casa per raggiungere l'interruttore generale non dimenticate di chiudere accuratamente la porta d'ingresso e portate con voi un telefonino e una torcia.

La Questura ricorda che l'adozione di alcuni semplici accorgimenti renderebbe più difficile "l'attività" dei malviventi che, solitamente, approfittano della disattenzione della gente per mettere a segno il loro colpi.

Ecco perché la Polizia di Catania ha scelto il linguaggio dei fumetti per ricordare alcune semplici regole. "Si tratta di un piccolo vademecum – spiegano dalla Questura - che non vuol avere toni allarmistici ne, tantomeno, denigratori dell'immagine della città. Fumetti che con aria leggera suggeriscono consigli buoni tanto per Catania, quanto per Roma o Milano. Buone vacanze e... occhi aperti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento