Picchia e estorce denaro a un connazionale: arrestato romeno

Un 30enne romeno è stato sorpreso dai poliziotti in via Crocifisso mentre aggrediva un altro uomo per sottrargli dei soldi

Arrestato per tentata estorsione Zanfir Viorel, 30 anni di nazionalità rumena. Gli agenti sono stati inviati in via Crocifisso a seguito di segnalazione di lite tra romani. Giunti sul posto, i poliziotti hanno notato una calca di persone, alcune delle quali, alla loro vista son scappati. Gli agenti hanno notato anche un soggetto che aggrediva un altro e sono intervenuti per sedare la violenta lite in corso.

Dopo avere bloccato il malfattore, hanno saputo dalla vittima che gli era stata richiesta la somma di euro 400 dall’aggressore insieme ad altri quattro soggetti datisi alla fuga. Questi ultimi, alcuni giorni fa si erano resi responsabili di tentata estorsione e lesioni personali con prognosi di 30 giorni nei confronti della stessa persona.

Zanfir è stato quindi bloccato, sottoposto a perquisizione personale  e rinchiuso nel carcere di piazza Lanza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Bartolo (Pd): "Andrò in Europa per non fare morire i migranti nel Mediterraneo"

  • Cronaca

    Viale Mario Rapisardi, i marciapiedi sono "terra di nessuno"

  • Cronaca

    Il ministro della Salute Giulia Grillo visita l'ospedale Cannizzaro di Catania

  • Cronaca

    Spaccio, ordine di carcerazione per un 39enne: sconterà la pena ai domiciliari

I più letti della settimana

  • Insolito "via vai" fa scattare il blitz, sequestrati 100 chili di marijuana: arrestati 2 fratelli

  • Auto sospetta al viale Vittorio Veneto, intervento degli artificieri: allarme rientrato

  • Incidente stradale a Paternò, scontro tra due auto: padre e figlia feriti

  • Evade dai domiciliari dopo un litigio con la moglie: "Meglio il carcere"

  • Incidente stradale in viale Sanzio, auto si ribalta: una ragazza ferita

  • Latitante catturato dopo la visita alla moglie incinta

Torna su
CataniaToday è in caricamento