rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Estorsione a un imprenditore edile nell'Ennese, 3 catanesi arrestati

L'indagine era partita due mesi fa dalle minacce a un imprenditore edile della provincia di Catania, che stava eseguendo lavori a Centuripe e che aveva ricevuto minacce

Avrebbero agito con il metodo mafioso i tre catanesi individuati e arrestati dai carabinieri della compagnia di Nicosia, al termine di un'indagine coordinata dalla Dda di Caltanissetta. Si tratta di Salvatore Crimi, 30 anni, di Adrano, accusato di estorsione aggravata per avere agevolato il clan mafioso Sant'Angelo di Adrano, collegato alla cosca Santapaola di Catania, rinchiuso nel carcere Bicocca, Antonino D'Agate, 29 anni e Giuseppe Verzi', 39, per i quali è stato disposto un provvedimento di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

L'indagine era partita due mesi fa dalle minacce a un imprenditore edile della provincia di Catania, che stava eseguendo lavori a Centuripe e che aveva ricevuto minacce e pressioni affinchè mettesse a disposizione del clan i propri mezzi edili.

Lo scorso 5 gennaio D'Agate e Verzi' erano stati pedinati e bloccati a Misterbianco alla guida di un camion che avevano prelevato dal cantiere dell'imprenditore vessato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione a un imprenditore edile nell'Ennese, 3 catanesi arrestati

CataniaToday è in caricamento