rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Estorsione: aggredito dirigente antiracket, due arresti

Scoperti a Catania i responsabili di un tentativo di estorsione e di un'aggressione a un sostenitore dell'associazione antiracket "Soatec Libero Grassi"

Scoperti a Catania i responsabili di un tentativo di estorsione e di un'aggressione a un sostenitore dell'associazione antiracket "Soatec Libero Grassi". I poliziotti della sezione di PG della Procura della Repubblica, al termine di indagini coordinate dal sostituto Angelo Busacca, hanno notificato provvedimenti restrittivi a .E.F.S. e O.C., entrambi gia' in carcere per altri reati.

I due dopo avere commissionato merce per svariate migliaia di euro, intendevano pagare con assegni falsi, e al rifiuto hanno aggredito il titolare della ditta, alla presenza dei familiari e dei dipendenti, accusandolo tra l'altro di essere "amico degli sbirri" per il ruolo direttivo che riveste nella "Soatec"a per l'adesivo "Addio Pizzo" da lui esposto. I due uomini  "consigliavano" di consegnare la merce e avevano preteso un indennizzo di quattromila euro, chiedendo alla vittima chi fosse il suo "referente mafioso".


Solo grazie all'intervento dei dipendenti, l'imprenditore era riuscito a a sottrarsi alle percosse e a estrarre la la pistola da lui legalmente detenuta, per sparare contro il mezzo dei due estortori. La scena e' stata registrata dal sistema di videosorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione: aggredito dirigente antiracket, due arresti

CataniaToday è in caricamento