Puntano la pistola ad un contadino per rubare la fede e 600 euro

La vittima è un loro collega di lavoro, che per paura non è uscito da casa per diversi giorni

I carabinieri di Grammichele hanno arrestato i fratelli Antonino e Mario amoroso per estorsione aggravata in concorso. Lo scorso 18 agosto avevano costretto un collega di lavoro, bracciante agricolo, a consegnare loro la somma di 600 euro e la fede nuziale. Dopo aver attirato con la scusa di un caffè la vittima in casa di Rosario Amoroso, quest’ultimo gli puntava una pistola alla tempia e facendola ruotare gli diceva: "la senti questa cosa?". Il fratello lo ha poi schiaffeggiato dicendogli: "vai a prendere 1.000 euro subito altrimenti ti finisce male a te e alla tua famiglia e non fare denuncia altrimenti appena esco fra due anni ti finisce male".

La vittima, elegata in casa per diverso tempo a causa dello shock subito, pian piano ha trovato il coraggio di reagire denunciando gli estortori ai carabinieri che, ricostruendo minuziosamente il fatto, sono riusciti a comporre un quadro indiziario a carico degli indagati che non ha lasciato alcun dubbio al giudice.

Il procuratore di Caltagirone Giuseppe Verzera esprime  soddisfazione per quest’ulteriore operazione e compiacimento per la positiva risposta all’appello di collaborare con le istituzioni rivolto a lavoratori onesti vittime di estorsione, auspicando che questi esempi non restino isolati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento