"Ti tagghiu a testa...": minacciavano un imprenditore, arrestati due usurai

Avrebbero estorto del denaro con tasso usario d'interesse oscillante dal 20 al 50% a un imprenditore in crisi. Nunzio Biagio Barbera, 76 anni, è stato arrestato dalla squadra mobile dopo avere incassato dalla vittima 1.200 euro

Avrebbero estorto del denaro con tasso usario d'interesse oscillante dal 20 al 50% a un imprenditore in crisi. Nunzio Biagio Barbera, 76 anni, è stato arrestato dalla squadra mobile dopo avere incassato dalla vittima 1.200 euro per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Successivamente la polizia ha fermato Salvatore Di Venuto, di 53 anni, con la stessa accusa.

I due secondo quanto ricostruito dalla Dda della Procura di Catania, si sarebbero recati a casa della vittima che veniva strattonata e minacciata di morte "...ti finisci mali e ti tagghiu (taglio, ndr) a testa...". Il Gip ha convalidato l'arresto di Barbera ed il fermo di Di Venuto applicando, al primo la misura cautelare della custodia in carcere ed al secondo quella degli arresti domiciliari, ritenendoli entrambi responsabili in concorso dei reati di usura e tentata estorsione aggravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

  • Coronavirus, registrate complicanze neurologiche nei bambini coinvolti

Torna su
CataniaToday è in caricamento