Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Tutelare l'acqua dell'Etna: accordo tra Acli e "Salviamo i boschi"

L’accordo con le associazioni del territorio è un modo per sollecitare a tutti i livelli l’approvazione del disegno di legge per l’istituzione e il riconoscimento dei grandi bacini acquiferi, tra cui l' Etna

Un protocollo d’intesa tra Acli Catania e l’Associazione 'Salviamo i boschi - Naturambiente Odv' è stato siglato con l’obiettivo di valorizzare l' Etna, tutelandola e implementando servizi di fruizione, tramite il progetto 'Etna - Santuario dell’acqua potabile'. L’idea di base del progetto è condividere il disegno di legge a firma dei senatori Quarto e Ortolani, oggi purtroppo defunto e alla cui memoria è dedicato tale progetto. L’accordo con le associazioni del territorio, tra cui Acli Catania, è un modo per stimolare la società civile, i Comuni, il mondo associazionistico, le fondazioni e i cittadini, a sottoscrivere una dichiarazione di adesione e sollecitare a tutti i livelli l’approvazione del disegno di legge per l’istituzione e il riconoscimento dei grandi bacini acquiferi, tra cui l'Etna. Obiettivo primario del progetto quello di educare i ragazzi di oggi, adulti del domani, alla salvaguardia del bene comune “acqua potabile” e riconoscere e istituire come “santuari” i bacini acquiferi attraverso cui la Natura elargisce questo dono prezioso, molto spesso bistrattato. Tra i partner del progetto presente anche l’Associazione 'Voladigitando'. 'Salviamo i boschi', infatti, si impegna nel supporto ai ragazzi dislessici e con disturbi specifici dell’apprendimento, facendosi promotore di incontri e convegni sul tema dell’ambiente. Il progetto culminerà in un evento nell’area metropolitana di Catania, giorno 18 settembre, cui prenderanno parte autorità, esperti, rappresentanti del mondo associazionistico: una giornata di approfondimento, per poter raccogliere quante più adesioni da consegnare al Presidente della Commissione Senato. “Credo fermamente - afferma il presidente Acli Catania, Ignazio Maugeri - che la nostra Associazione abbia il dovere di sostenere la Comunità, accompagnandola anche in un percorso verso la consapevolezza del rispetto dell’ambiente. L’Etna, già riconosciuta come patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco, ha un immenso valore per la nostra Isola.Occorre valorizzare l’enorme potenziale che abbiamo a due passi da casa”. “Ci impegneremo - conclude Maugeri - per realizzare insieme all’associazione “Salviamo i boschi” progetti volti alla sensibilizzazione e al rispetto, soprattutto tra i numerosi giovani che condividono i valori della nostra Associazione”. “Condividendo un pensiero di Maria Montessori - afferma Domenico Turillo, presidente dell’Associazione 'Salviamo i boschi' - lo scopo dell’individuo non è di vivere meglio, ma di sviluppare certe circostanze che sono utili per gli altri”. “La grande legge che regola la vita del cosmo - conclude Turillo - è quella di collaborazione tra tutti gli esseri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutelare l'acqua dell'Etna: accordo tra Acli e "Salviamo i boschi"

CataniaToday è in caricamento