Etna, riprende debole attività stromboliana al nuovo cratere di Sud Est

Durante un sopralluogo effettuato dai vulcanologi dell'Istituto Italiano di Geofisica e Vulcanologia due giorni fa, si sono uditi frequenti boati provenienti indicativi di attività stromboliana, che è continuata anche stanotte

Continua in maniera intermittente la debole attività stromboliana al nuovo cratere di Sud-Est, cominciata il primo maggio scorso. Nella notte del 2-3 maggio la telecamera visiva ad alta sensitività installata sulla Montagnola  ha registrato deboli bagliori riconducibili ad emissioni di gas ad alta temperatura e/o deboli esplosioni stromboliane.

Nelle prime ore del 4 maggio il fenomeno si è intensificato ed alcune esplosioni hanno lanciato materiale piroclastico incandescente sugli alti fianchi del cratere. Durante un sopralluogo effettuato dai vulcanologi dell'Istituto Italiano di Geofisica e Vulcanologia due giorni fa, si sono uditi frequenti boati provenienti indicativi di attività stromboliana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le stazioni della rete sismica dell'Etna hanno registrato il 2 maggio un evento sommitale  non accompagnato da attività vulcanica visibile alle telecamere di sorveglianza. L'atttività stromboliana, non ancora visibile a distanza ad occhio nudo, è continuata anche stanotte, ma l'ampiezza del tremore vulcanico non mostra variazioni significative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento