rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Etna, Protezione civile: ripresa attività vulcanica con emissione cenere

In considerazione della dispersione di ceneri vulcaniche e delle previsioni sull'intensificarsi dei venti in quota, è stata elevata da assente a ordinaria la criticità nelle aree del medio versante, pedemontana e urbana. Resta invece moderata la criticità nell'area sommitale del vulcano

 Alle 6.16 di oggi le reti di monitoraggio dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato una ripresa dell'attività vulcanica sull'Etna, ''caratterizzata da una debole e discontinua attività stromboliana intracraterica che ha determinato l'emissione di cenere vulcanica''.

In particolare, sottolinea il sito del Dipartimento della Protezione civile, ''si è dispersa nell'area immediatamente a est del cratere la cenere prodotta dalla singola esplosione stromboliana che si è verificata alle 11.15 al Nuovo cratere di Sud-Est''.

   

Sulla base delle informazioni e degli aggiornamenti al momento disponibili, il Centro Funzionale Centrale per il Rischio Vulcanico del Dipartimento ha emesso un nuovo avviso di criticità.

In considerazione della dispersione di ceneri vulcaniche e delle previsioni sull'intensificarsi dei venti in quota, è stata elevata da assente a ordinaria la criticità nelle aree del medio versante, pedemontana e urbana. Resta invece moderata la criticità nell'area sommitale del vulcano. Il Centro Funzionale Centrale prosegue nell'attività di vigilanza ''attraverso i Centri di Competenza preposti al monitoraggio e alla sorveglianza dei vulcani italiani e attraverso le strutture operative e i presidi territoriali''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etna, Protezione civile: ripresa attività vulcanica con emissione cenere

CataniaToday è in caricamento