menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Etna, emergenza cenere: un milione di euro destinato ai comuni

Le risorse, rese disponibili grazie alla legge regionale n.9 del 15 maggio 2013, sono state ripartite in maniera proporzionale tra Acireale, Castiglione, Giarre, Linguaglossa, Milo, Piedimeonte Etneo, Ragalna, Riposto, Sant'Alfio, Santa Venerina, Zafferana

Dopo la pioggia di cenere che nei primi mesi del 2013 ha caratterizzato le eruzioni dell'Etna, la Regione ha stanziato 1 milione di euro per far fronte ai danni per i comuni colpiti. Le risorse, rese disponibili grazie alla legge regionale n.9 del 15 maggio 2013, sono stati ripartiti in maniera proporzionale tra i seguenti comuni: Acireale, Castiglione, Giarre, Linguaglossa, Milo, Piedimeonte Etneo, Ragalna, Riposto, Sant’Alfio, Santa Venerina, Zafferana Etnea per la provincia di Catania e Furci Siculo e Santa Teresa Riva per provincia di Messina.

Gli stessi che avevano documentato spese complessive per 2 milioni di euro: riceveranno la somma totale di un milione come previsto dal fondo regionale.

Intanto la protezione civile “è già a lavoro per creare le condizioni per un intervento più strutturato che possa coinvolgere i comuni, la provincia e la regione in modo da rendere meno onerosa e più efficiente la risposta del sistema di protezione civile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

Contrastare il Covid-19: ecco i 5 DPI più efficaci

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ristrutturare

Ristrutturare low cost: ecco come comportarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento