Etna, emergenza cenere: chiesto stato di calamità naturale per i comuni coinvolti

La mozione è stata avanzata dai deputati regionali dell'Udc Lino Leanza, Nicola D'Agostino, Raffaele Nicotra, Luca Sammartino e da Valeria Sudano del Pid

I deputati regionali dell'Udc Lino Leanza, Nicola D'Agostino, Raffaele Nicotra, Luca Sammartino e Valeria Sudano del Pid hanno proposto una mozione che ''impegna urgentemente la Giunta Regionale a proclamare lo stato di calamità naturale per i comuni della provincia di Catania interessati dalla pioggia di cenere vulcanica dell'Etna''.

I deputati hanno inoltrato la stessa richiesta al governo nazionale per avanzare l'accesso ad eventuali ulteriori risorse straordinarie.

Nel documento si invita la giunta Crocetta ''a prevedere, nell'ambito degli strumenti di programmazione finanziaria un apposito stanziamento da porre come riserva per assicurare interventi immediati in favore dei comuni colpiti dagli eventi calamitosi correlati alla caduta di sabbia vulcanica, erogando le somme previa rendicontazione delle spese effettivamente sostenute''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento