Etna, prosegue con minore intensità l'attività stromboliana |VIDEO

Attorno alla bocca, nella sella tra il nuovo e il vecchio cratere di sud est, si sta formando un nuovo cono, le cui dimensioni si accrescono con il procedere dell'attività

Prosegue, con minore intensità, l'attività stromboliana sull'Etna, al nuovo cratere di sud est. Lo rendono noto i tecnici dell'Ingv, l'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania, sottolineando che attorno alla bocca, nella sella tra il nuovo e il vecchio cratere di sud est, si sta formando un nuovo cono, le cui dimensioni si accrescono con il procedere dell'attività.

GUARDA IL VIDEO

Il trabocco lavico scaturito da tale bocca, si è lentamente espanso alla base del cono e incanalato nella depressione tra Monte Frumento Supino ed i crateri del 2002.

Il fronte di quest'ultima si trova a quota 2800 metri sul livello del mare. All'attività stromboliana si associa una debole emissione di cenere dal nuovo cratere di sud est, che viene rapidamente dispersa dai venti in direzione dei quadranti orientali.

L'ampiezza media del tremore vulcanico, pur mostrando una modestissima tendenza al decremento, permane su valori elevati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento