Il risveglio dell'Etna, cenere lavica dal nuovo cratere di sud-est

L'attività non è sostenuta da grande energia, tanto che gli esperti dell'Ingv di Catania parlano di eruzione "al momento non strutturata". Il materiale piroclastico emesso dalla "bocca" ricade nella zona sommitale del vulcano attivo più alto d'Europa

ph Turi Caggegi

Una nuova fase eruttiva è in corso sull'Etna, con l'emissione di cenere lavica dal nuovo cratere di sud-est. L'attività non è sostenuta da grande energia, tanto che gli esperti dell'Ingv di Catania parlano di eruzione "al momento non strutturata".

Il materiale piroclastico emesso dalla "bocca" ricade nella zona sommitale del vulcano attivo più alto d'Europa. L'eruzione non ha alcuna incidenza sull'operatività dell'aeroporto di Fontanarossa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento