Risale l'energia nei condotti interni dell'Etna, eruzione e cenere

Risale l'energia nei condotti interni dell'Etna facendo così aumentare l'emissione di cenere lavica: una lunga colonna emerge, dal primo pomeriggio, dal nuovo cratere di Sud-Est, ed è spinta dal forte vento d'alta quota verso nord

foto di Salvatore Lo Giudice

Risale l'energia nei condotti interni dell'Etna facendo così aumentare l'emissione di cenere lavica: una lunga colonna emerge, dal primo pomeriggio, dal nuovo cratere di Sud-Est, ed è spinta dal forte vento d'alta quota verso nord. La nuova fase eruttiva, che ha fatto salire il codice di allerta da 'arancione' a 'rosso' dell'Ingv per l'aeronautica.

Ore 21.15 - Nuovi disagi per il trasporto aereo siciliano: è stato chiuso stasera l'aeroporto Fontanarossa. A causa della continua emissione di cenere lavica nell'atmosfera, l'unità di crisi ha deciso la chiusura dello scalo. Sono già stati dirottati i primi due voli in arrivo a Palermo e Comiso.
 

Alle ore 13 di oggi l'energia era in calo con relativa emissione di cenere che, sembrava blanda e che i venti spingevano verso nord, in direzione della costa Tirrenica della Sicilia. I fenomeni sono monitorati dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania.

Da osservazioni dirette di esperti dell'Ingv di Catania emerge che, dopo i quattro episodi parossistici al cratere Voragine dell'Etna, negli ultimi giorni l'attività eruttiva si è spostata al Nuovo cratere di Sud-Est interessando la 'bocca' a pozzo formatasi intorno al 25 novembre sull'alto fianco orientale del cono del Nsec.

In una nota, diffusa questa mattina, l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ricostruisce l'attività degli ultimi giorni del vulcano attivo più alto d'Europa. Nelle ore serali del 5 dicembre, l'attività eruttiva alla Voragine era progressivamente diminuita.

Tra le 02:00 e le 03:00 le telecamere di sorveglianza dell'Ingv hanno registrato l'inizio di una vivace attività stromboliana alla bocca sul fianco orientale del Nsce. All'alba, sono avvenute alcune frane di materiale instabile sul fianco del cono (materiale vecchio misto con frammenti di lava calda), trasformandosi in valanghe ardenti, in particolare alle ore 06:12 e alle 06:57, che hanno percorso poche centinaia di metri in direzione della desertica Valle del Bove.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante la giornata, le osservazioni sono state parzialmente ostacolate dalla presenza di nubi; con il migliorare delle condizioni di visibilità nel pomeriggio, la telecamera termica a Monte Cagliato ha mostrato la presenza di attività effusiva, che aveva generato due colate laviche. Una era andata in senso nord-orientale per meno di un chilometro e sembrava poco alimentata, l'altra, ben alimentata, avanzava verso est in direzione della Valle del Bove. Nella serata, l'attività stromboliana continuava a un ritmo molto costante, e il ramo attivo della colata lavica aveva quasi raggiunto il fondo della Valle del Bove. Al momento, l'attività non mostra variazioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento