rotate-mobile
Cronaca

Etna, eruzione nella notte: attività stromboliana cessata all'alba

Nel corso della notte è proseguita l'attività stromboliana nel cratere di Sud Est. Catania e la provincia fa ancora i conti con le tonnellate di cenere e di lapilli depositati sulle strade

Mentre Catania e la sua provincia fanno ancora i conti con la cenere e i lapilli l'Etna, nel corso della notte, ha proseguito la sua attività stromboliana dalla bocca orientale del Cratere di Sud-Est. Una notata movimentata tanto che il fenomeno eruttivo si è arrestato soltanto alle sette del mattino.

L'eruzione notturna

E' quanto emerso dal monitoraggio dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo di Catania che ha rilevato anche sporadiche esplosioni dal cratere Voragine, in particolare intorno alle 4 del mattimo. Dalle 20 circa di ieri sera l'ampiezza media del tremore vulcanico si e' stabilizzata all'interno dell'intervallo dei valori medi, accennando tra le 4 e le 5 di oggi ad un lieve incremento.

Il vulcano è particolarmente attivo nell'area dei crateri sommitali, risentendo delle varie sorgenti che si "accendono" al di sotto di ogni singolo cratere attivo, nell'intervallo di profondita' compreso tra i 2.500 e 2.800 metri. Durante la fase di leggero incremento dell'ampiezza del tremore la sorgente del tremore era principalmente localizzata al di sotto del Cratere di Sud-Est. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etna, eruzione nella notte: attività stromboliana cessata all'alba

CataniaToday è in caricamento