Cronaca

Etna ancora in attività: forti boati e fontane di lava dal cratere di Sud Est

L'osservatorio etneo dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato nella notte, a partire dalle 2, un incremento dell'attività stromboliana al cratere di sud-est. Il livello del tremore è rapidamente aumentato raggiungendo valori alti. Ancora cenere sulle città della fascia pedemontana

Foto di Placido Privitera

Il vulcano non ferma la sua incessante attività. Così dà ancora spettacolo con fontane di lava e anche forti boati uditi dalla popolazione. Nello specifico l'attività è iniziata stanotte, dalle 2 circa, e ne dà notizia l'osservatorio etneo dell'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia che ha registrato un incremento dell'attività stromboliana al cratere di sud-est. Il livello del tremore è rapidamente aumentato raggiungendo valori alti. La sorgente del tremore è stata localizzata a un livello di circa 2.800 metri. "Poco dopo le tre è stato raggiunto il secondo livello di allarme. Le sorgenti del segnale sono state localizzate a sud del cratere sud-est a un livello di circa 2.500 metri. L'attività stromboliana al cratere di sud-est è quindi passata a fontana di lava e si è osservato intorno alle 3.25 un trabocco lavico dal cratere di sud-est in direzione Valle del bove", dice una nota dell'Ingv.

A partire dalle 7 di questa mattina l'ampiezza del tremore è in netta diminuzione e a livelli medi. Le sorgenti vengono localizzate a sud est del cratere sue-est ad una profondità di circa 2000 m e il segnale infrasonico non rileva attività vulcanica e òa fontana di lava al cratere di sud-est si è conclusa, mentre persiste una moderata attività stromboliana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etna ancora in attività: forti boati e fontane di lava dal cratere di Sud Est

CataniaToday è in caricamento