Etna, nuove esplosioni con attività stromboliana e cenere vulcanica

Permane l'attività esplosiva al cratere Voragine con periodica emissione di cenere che si disperde rapidamente in prossimità dell'area sommitale

Foto Giò Giusà

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia comunica che a partire dalle 2 e 12 di questa notte si osserva un incremento dell'attività stromboliana al Nuovo Cratere di Sud Est. L'attività esplosiva produce una nube di cenere vulcanica che raggiunge i 4500 metri di altezza. Permane l'attività esplosiva al cratere Voragine con periodica emissione di cenere che si disperde rapidamente in prossimità dell'area sommitale. L'ampiezza del tremore vulcanico ha subito un moderato incremento, con ampie oscillazioni intorno a valori medi e alti. Attualmente, i valori di ampiezza sono alti e la sorgente del tremore continua ad essere localizzata in prossimità del Nuovo Cratere di Sud Est. L'attività infrasonica ha mostrato un moderato incremento. Le deformazioni del suolo non evidenziano variazioni significative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento