rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Etna, recuperata la giovane escursionista scivolata nel canalone della “Rina”

Il salvataggio è stato particolarmente difficoltoso in quanto si è reso necessario non soltanto imbarellare la ragazza, ma anche tirarla su per il ripido canalone ghiacciato, utilizzando complessi sistemi di ancoraggio

Si è da poco concluso, il complesso recupero della giovane escursionista scivolata questa mattina in un canalone sull’Etna. La giovane, secondo i primi accertamenti, sarebbe scivolata per oltre 400 metri nel Canalone della “Rina” o Canalone della Montagnola, da quota 2600 a quota 2300 dove è stata recuperata dai soccorritori.

Il salvataggio è stato particolarmente difficoltoso in quanto si è reso necessario non soltanto imbarellare la ragazza, ma anche tirarla su per il ripido canalone ghiacciato, utilizzando complessi sistemi di ancoraggio e paranchi infissi con chiodi da ghiaccio, mentre le condizioni meteo repentinamente peggioravano.

Intorno alle 18,00 di oggi la giovane è finalmente arrivata al Rifugio Sapienza dove è stata caricata dall’Elicottero del 118 che l’ha trasportata all’Ospedale Cannizzaro, visto il rischio di ipotermia corso,  ma le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni, grazie alla prontezza dei soccorsi, che hanno sfidato le condizioni davvero estreme dei luoghi, ma anche del clima.

I Soccorritori del Cnsas Stazione Etna Sud hanno operato unitamente al personale della Sagf di Nicolosi e della Funivia dell’Etna che ha fornito supporto con il battipista per portare le squadre in quota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etna, recuperata la giovane escursionista scivolata nel canalone della “Rina”

CataniaToday è in caricamento