menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Etna, si intensifica l'attività stromboliana dal cratere di sud est

Lo ha comunicato l'Ingv: la rete di videosorveglianza ha evidenziato una graduale intensificazione dell'attività esplosiva stromboliana alla bocca orientale del cratere con associata emissione di cenere che i forti venti in quota disperdono rapidamente

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha comunicato che a partire dalla mattinata odierna la rete di videosorveglianza ha evidenziato una graduale intensificazione dell'attività esplosiva stromboliana alla bocca orientale del cratere di sud est con associata emissione di cenere che i forti venti in quota disperdono rapidamente.

Intorno alle 8 tale attività si è ulteriormente intensificata producendo il lancio di materiale piroclastico grossolano al di sopra dell'orlo craterico che è caduta copiosamente sul versante orientale del cono del cratere. Dopo circa un'ora l'intensità dell'attività esplosiva stromboliana è notevolmente diminuita così come l'emissione di cenere che è diventata debole è discontinua rimanendo confinata in area sommitale.

Prosegue, invariata, l'attività Stromboliana intracraterica ai crateri voragine e cratere di nord est. Per quanto riguarda il tremore vulcanico non si segnalano variazioni significative e l'ampiezza permane nella fascia dei valori medi, seppur con modeste oscillazioni; la sorgente è localizzata nell'area del cratere di sud est alla quota di 2800-2900 m al di sopra del livello del mare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Arredare

Soffitto: alcune idee per valorizzarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento