Etna Valley, futuro dei lavoratori Micron ancora da definire

L'incontro svoltosi a Roma nel ministero per lo Sviluppo Economico in cui si sarebbe dovuto discutere della paventata riduzione di posti di lavoro alla Micron è stato definito "Interlocutorio" dal vicesindaco Marco Consoli

Rimane incerto il futuro dei lavoratori Micron, 3Sun e St. L’incontro svoltosi a Roma nel ministero per lo Sviluppo Economico in cui si sarebbe dovuto discutere della paventata riduzione di posti di lavoro alla Micron è stato definito “Interlocutorio” dal vicesindaco Marco Consoli. Oltre a Consoli, che rappresentava il sindaco Enzo Bianco, all’incontro erano presenti Giampiero Castano responsabile dell’Unità per la gestione delle vertenze delle imprese in crisi del Ministero, i vertici aziendali di Micron, St e 3sun e i rappresentanti dei sindacati.

Si terranno degli incontri futuri con le singole aziende. “Come del resto ci si attendeva – ha spiegato Consoli – la principale questione affrontata ha riguardato lo stato di salute dell’accordo di programma con  Micron, 3Sun e St. Poi è stato deciso di rinviare a novembre, dedicandole un incontro apposito, la trattazione della problematica specifica sulla Micron. Altri tavoli, diversi, il governo li aprirà per St e 3sun e l’Amministrazione comunale sarà sempre presente, sia per sottolineare la vicinanza con i lavoratori, sia perché siamo convinti che lo sviluppo si salvaguardi con  l’impegno di tutti”

INCONTRO COMUNE E SINDACATI

“Dal canto suo – ha aggiunto Consoli – così come già sottolineato durante l’incontro con i sindacati a Catania dal sindaco Bianco, l’Amministrazione comunale promuoverà interventi in campo nazionale, regionale e locale per invogliare le tre aziende a mettere in campo tutti gli strumenti volti a garantire, in un’ottica unitaria come sottolineato anche dai sindacati, un forte sviluppo del territorio e la salvaguardia dei massimi livelli occupazionali"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento