Evade dai domiciliari e gira con auto rubata e attrezzi da scasso: arrestato

La polizia ha bloccato Luca Di Grazia in viale Mario Rapisardi mentre tentava di scappare scavalcando un cancello

Nel corso della notte, la polizia ha arrestato il pregiudicato Luca Di Grazia, del 1984, il quale si è reso responsabile del reato di evasione dagli arresti domiciliari. Il soggetto è stato inoltre deferito all’autorità giudiziaria per i reati di ricettazione di un’autovettura rubata e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

In particolare, gli operatori nel corso del normale servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione dei reati, mentre transitavano nei pressi del centralissimo viale Mario Rapisarda hanno notato a fianco di un’utilitaria di colore bianco due uomini che alla vista della volante sono scappati di tutta corsa. Essendo senza sbocco la strada in cui si trovavano i due, per sfuggire al controllo degli agenti, hanno scavalcato alcuni cancelli e alcune recinzioni ma, questa audacia, non ha pagato uno dei due fuggitivi il quale è stato subito bloccato. Da accertamenti si è potuto constatare che, la macchina di colore bianco con la quale erano stati precedentemente avvistati i due uomini risultava essere stata rubata alcuni giorni fa e peraltro presentava il blocchetto di accensione forzato. Inoltre, all’interno dell’autovettura sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi arnesi e oggetti atti allo scasso (un palanchino, due forbici da elettricista, due giraviti a taglio, una tenaglia, un piega tubi), nonché un cappuccio di lana da utilizzare per il travisamento, dei quali il Di Grazia ha ammesso di essere il proprietario. A seguito di ulteriori accertamenti si appurava che l’uomo era sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la sua abitazione e quindi veniva tratto in arresto per il reato di evasione. Su disposizione del magistrato di turno, il Di Grazia è stato ricollocato agli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida. Nel corso dell’inseguimento uno degli operatori si è procurato alcune lesioni al braccio per le quali è stato medicato presso il pronto soccorso di un nosocomio cittadino con una prognosi di 4 giorni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Dimentica il figlio in auto alla Cittadella, muore bimbo di 2 anni

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento