Evade dai domiciliari viene poi fermato dalla polizia e dà un nome di fantasia

E' stato arrestato per evasione e false dichiarazioni a pubblico ufficiale

E' stato arrestato per evasione e false dichiarazioni a pubblico ufficiale. Si tratta di Antonino Rapisarda, di 28 anni, ed è stato beccato dalla polizia a seguito di una segnalazione. Diversi cittadini, nella serata di ieri, avevano segnalato la presenza di un uomo sospetto che si aggirava nel centro storico. Così gli operatori di polizia lo hanno poi rintracciato e fermato. Rapisarda però non aveva documenti ed è stato accompagnato in questura dove è emerso che aveva fornito un nome di fantasia e che era evaso dalla sua abitazione di Librino dove scontava i domiciliari.

Sempre nelle gionata di ieri gli agenti delle volanti hanno fermato un extracomunitario. L'uomo mentre spingeva un carrello ha visto i poliziotti ed è scappato. All'interno del carrello gli agenti hanno trovato vari arnesi per lo lo scasso e un pc portatile della cui provenienza l’uomo non sapeva fornire alcuna giustificazione. Così, S.A., queste le sue iniziali, nato in Marocco nel 1983 e senza fissa dimora, è stato denunciato per i reati di ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

Inoltre, è stato accertato che il marocchino risulta inadempiente all’ordine del questore di lasciare il territorio nazionale emesso il 29 gennaio scorso e per tale motivo oltre ad essere denunciato la sua posizione è stata posta al vaglio dell’ufficio immigrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento