menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta all'evasione con una riscossione diretta dei tributi

"La riscossione diretta -ha osservato il sindaco Raffaele Stancanelli- è l'ultimo anello del percorso di lotta all'evasione avviato quattro anni addietro e che ha già permesso di accertare circa 140 milioni di tributi non pagati"

Proprio mentre Governo e Parlamento si apprestano a varare la proroga per la gran parte dei Comuni italiani in ritardo per sganciare la riscossione tributaria da Equitalia (in Sicilia Serit Spa), con l’apprezzamento dei contribuenti che vogliono mettersi in regola, a Catania da oltre cinque mesi, si sperimenta la riscossione diretta coattiva dei tributi comunali del Comune, nei nuovi sportelli degli uffici finanziari di via Monsignor Domenico Orlando.

Dal 2 Gennaio l’Amministrazione Stancanelli ha provveduto, tra le prime in Italia, a dare in concessione il servizio di riscossione delle entrate tributarie. Aggiudicatario della gara il raggruppamento temporaneo d’imprese Engineering Tributi S.p.a, in qualità di agente della Riscossione per conto del Comune di Catania.

Sono già un migliaio i cittadini che hanno trattato le proprie pratiche, direttamente o indirettamente, con la nuova agenzia che per volere del sindaco Stancanelli fonda "sul rispetto delle necessità di ogni singolo contribuente l’attività di riscossione, coniugando la comprensione delle esigenze specifiche con l’inflessibilità nel corrispondere il pagamento del dovuto", si legge nella nota del Comune.

Difatti, da un lato si cerca una definizione bonaria, incentivando il pagamento spontaneo, dall’altro si mostra concretamente  come il mancato pagamento sia inutile e dannoso per i cittadini e il Comune.  A differenza del passato in cui i cittadini si sentivano vessati, col nuovo sistema si supporta l’utente dando la possibilità di dilazionare il debito richiedendo, presso lo sportello aperto al pubblico, la maggiore rateazione di quanto dovuto e per singolo tributo. Il procedimento di concessione della rateazione è, comunque, soggetto alle direttive condivise con l’amministrazione Comunale e alla disciplina normativa vigente.

“La riscossione diretta -ha osservato il sindaco Raffaele Stancanelli- è l’ultimo anello del percorso di lotta all’evasione avviato quattro anni addietro e che ha già permesso di accertare circa 140 milioni di tributi non pagati. L'efficienza della riscossione delle Entrate proprie deve essere fondata su un rapporto di lealtà e collaborazione col cittadino e anche su questo campo la nostra Amministrazione è all’avanguardia -ha aggiunto il primo cittadino-. Sono convinto, infatti che prima ancora che un parametro di virtuosità, la riscossione è un obiettivo di equità sociale ed economica che completa il piano d'interventi per mantenere nel tempo gli equilibri di bilancio, elemento che a Catania non è stato mai preso nella giusta considerazione da chi ci ha amministrato nei decenni precedenti”.
 
Il nuovo servizio prevede l'utilizzo di sistemi di comunicazione con il contribuente facilmente comprensibili, attraverso una modulistica studiata in modo che siano evidenti le modalità di pagamento, le conseguenze per il mancato adempimento oltre a un'analisi incrociata delle banche dati disponibili per le singole situazioni di evasione ed elusione dei tributi. Per agevolare il contribuente è stato anche allestito un Call Center con il numero gratuito 800923905 per chi chiama da numeri fissi e un altro 199903540, a pagamento per chi chiama da utenze mobili, a cui numerosi utenti si rivolgono quotidianamente, per ricevere informazioni, assistenza e chiarimenti sulla propria posizione, modalità e le scadenze di pagamento.

Oltre al tradizionale sportello fisico, nel piano di esercizio dei nuovi servizi per l'utenza, sono previsti strumenti tecnologici innovativi per avvicinare il cittadino all'adempimento del proprio dovere contributivo.  A breve, infatti, verrà realizzato anche uno sportello virtuale delle Entrate, attivo sia su web che su Smartphone, dove chiunque potrà verificare e controllare la propria posizione, essere messo al corrente dei propri obblighi contributivi e anche provvedere al pagamento in tutta sicurezza.

A rafforzare la grande attenzione per la qualità dei servizi offerti ai propri cittadini,  la possibilità, per i disabili, di ottenere consulenza direttamente presso la propria abitazione: anziani, portatori di handicap che per obiettivi motivi non possono fisicamente recarsi presso lo sportello comunale, possono, previo appuntamento,  verificare la posizione contributiva, derivante da un atto di natura coattiva senza doversi spostare da casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Consiglio comunale, seduta straordinaria sull'emergenza Covid

  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento