Evasione scolastica: 20 genitori denunciati dai Carabinieri

Sono 20 i genitori denunciati, di cui 4 stranieri, per inosservanza degli obblighi d’istruzione. I genitori, per giustificare l’abbandono scolastico o la frequentazione saltuaria, hanno dichiarato di aver assecondato la volontà dei figli

Ancora molto diffuso e preoccupante il fenomeno dell’evasione scolastica e, purtroppo, la provincia etnea fa parte integrante di questa triste realtà. Nel corso dell’intero anno scolastico 2014-2015 i Carabinieri delle Stazioni di Aci Catena, Trecastagni e Aci Sant’Antonio hanno preso contatti con i dirigenti scolastici degli istituti di ogni ordine e grado per individuare casi di inadempienze da parte dei minori sottoposti agli obblighi di istruzione.

Sono state così analizzate caso per caso tutte le varie assenze maturate dagli studenti al fine di poter individuare quelle che per numero e frequenza fossero riconducibili alla fattispecie penale della violazione degli obblighi di istruzione scolastica. Il lavoro dei militari non si è fermato alla denuncia o alla segnalazione del singolo caso di abbandono scolastico: di volta in volta le varie situazioni accertate sono state approfondite e vagliate proprio per verificare tutti gli aspetti e i segnali che potessero far presumere uno stato di abbandono, una situazione di degrado, facendo scattare l’intervento delle istituzioni preposte per l’adozione di idonee misure a tutela dei giovani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono 20 i genitori denunciati, di cui 4 stranieri, per inosservanza degli obblighi d’istruzione. I genitori, per giustificare l’abbandono scolastico o la frequentazione saltuaria, hanno dichiarato di aver assecondato la volontà dei figli; in altri casi la scelta è stata dettata dall’ intima convinzione che lo studio poi non sia così importante, meglio un buon lavoro (magari in nero) negando loro, di fatto, ogni possibilità di crescita culturale che possa dar loro una coscienza per costruire un futuro migliore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento