Ex Cda Sac sotto accusa: appalto alla Pubbliservizi senza gara

Con questa ipotesi di reato il gup di Catania Francesca Cercone ha rinviato a giudizio l'ex consiglio di amministrazione della Sac. Tra i componenti del Cda all'epoca c'era anche Lombardo, come presidente della Provincia

Nel 2007 il servizio di pulizia dell’aeroporto di Catania è stato affidato alla Pubbliservizi, società partecipata dalla Provincia. Incarico affidato senza gara l'appalto e, oggi, si parla di abuso d'ufficio in concorso. Con questa ipotesi di reato il gup di Catania Francesca Cercone ha rinviato a giudizio l’ex consiglio di amministrazione della Sac, la società di gestione dello scalo etneo di Fontanarossa.

Tra i componenti del Cda all’epoca c'era anche l’ex governatore Raffaele Lombardo, che ricopriva la carica di presidente della Provincia di Catania.

Gli altri indagati sono Stefano Maria Ridolfo (presidente pro tempore del Cda), i componenti del Cda Michele Sineri, Alfio D’Urso, Sebastiano Paladino, Giuseppe Gitto (in qualità di presidente pro tempore), Giacomo Di Blasi, direttore generale della Pubbliservizi spa.

Secondo le accuse il servizio sarebbe stato affidato violando la legge che imponeva ”la procedura della gara aperta ristretta o negoziata ovvero mediante dialogo competitivo”.

La prima udienza del processo sarà il 28 giugno 2013 davanti al Tribunale di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento